Si parla spesso di scienza e di ricerca, di tecnologia e di innovazione.

La scienza e la ricerca hanno regole e leggi chiare che si rifanno all’oggettività del ragionamento, al rigore del metodo, alla qualità del lavoro, alla ripetibilità dei risultati ottenuti. Dopo una fase di sperimentazione costante, che parte da zero, dal nulla, dal buio, per arrivare ad un risultato più che soddisfacente, è quello di trovare delle soluzioni che semplifichino o risolvano il funzionamento della vita stessa, obiettivo naturale della ricerca stessa.

The Tunnel è il nuovo ambizioso progetto dello Chef Moreno Cedroni, un laboratorio di ricerca e sviluppo che si propone di convogliare il meglio della tecnologia applicata alla cucina. Il Tunnel, come metafora, trova il suo apice, la sua luce, nel prodotto finito: eccellenza del risultato sul prodotto, frutto dell’ingegno dell’uomo e del principio assoluto del nutrimento e del gusto.

Il progetto The Tunnel è la conseguenza naturale di un percorso che, se nei primi anni si era configurato come intuitivo, ora lascia spazio alla riflessione, alla conoscenza e alla coscienza, pur riconoscendo l’importanza insostituibile del carattere creativo. 

. Si parte dal via, si scava nel buio, per arrivare a raggiungere, in fondo al tunnel, il momento in cui verrà alla luce un prodotto finito dalle caratteristiche del nutrimento, logica del piacere e della digeribilità principio ormai fondamentale della cucina dello Chef.

The Tunnel si avvale della migliore tecnologia esistente per tirar fuori dalle materie prime dei risultati sempre migliori. In laboratorio, insieme allo Chef Cedroni, la presenza costante e preziosa di Luca Abbadir, sous Chef di Cedroni a La Madonnina del Pescatore. Numerose le collaborazioni con gli istituti universitari e di ricerca, ad attestare il carattere di vera sperimentazione. Il team coinvolto mette in gioco ogni giorno tutta la propria competenza nell’ottica di preservare la dignità delle materie utilizzando gli strumenti tecnologici senza denaturalizzare le stesse, di esaltare i sapori semplicemente sfruttando al meglio le proprietà dell’alimento, creare nuove consistenze e percezioni dello stesso, evitare gli sprechi rispettando l’ambiente.

Alle redini del progetto, uno Chef in continua crescita, in costante ricerca: uno chef che sente l’esigenza di “comprendere per creare”.